Nessuna tangente. Assolto Gaspare Vitrano

Pubblicato da Redazione il

La seconda sezione della Corte d’Appello del Tribunale di Palermo, ha deciso oggi di assolvere totalmente Gaspare Vitrano, ex deputato regionale. Come si ricorderà, il politico misilmerese, fu arrestato, nove anni fa, all’interno dell’Asp di via Cusmano con una busta con diecimila euro. Una tangente, secondo la Procura, ma che i suoi avvocati hanno invece sempre sostenuto essere la sua parte di incasso in relazione ad un società di fatto che aveva con l’imprenditore nel settore del fotovoltaico Giovanni Correro che glielo stava appunto consegnando.

A far scattare l’inchiesta e l’arresto di Vitrano era stato proprio Correro che, sostenendo di aver ricevuto pressioni dall’ingegnere Piergiorgio Ingrassia, mediatore nella presunta trattativa, si era rivolto alla polizia. La squadra mobile aveva poi bloccato il politico con la busta in mano. Un’accusa che il tribunale aveva ritenuto provata e che ora, a cinque anni da quella prima sentenza, evidentemente non ha convinto i giudici della Corte d’Appello.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *