Sarà gestito in forma autonoma il servizio idrico comunale

Pubblicato da Redazione il

Approvata la Delibera di salvaguardia della gestione in forma autonoma del servizio idrico comunale.

Ne dà notizia l’amministrazione comunale con in testa il sindaco, Rosalia Staderelli.

“Dopo circa cinque anni di gestione in proprio del servizio e mesi di istruttoria, invio di documentazione, incontri e verifiche dei requisiti, redazione di schede, raccolta di dati e formulazione di ipotesi abbiamo ottenuto il parere favorevole sia dai tecnici che dall’assemblea (dei sindaci Ati) con l’approvazione della delibera di salvaguardia della gestione in forma autonoma del servizio idrico comunale – è scritto in una nota diramata dall’Amministrazione comunale di Misilmeri -. Quindi potremo continuare a gestire in autonomia la nostra acqua e non saremo costretti ad entrare in Amap e cedere la reti!
Era quello che volevamo, una gestione autonoma e a norma di legge!!! È una vittoria per Misilmeri e per i misilmeresi – viene dichiarato –. È stato un percorso lungo e difficile dove ognuno ha fatto la sua parte. In questi 5 anni di gestione del servizio gli assessori, i dipendenti e il funzionario non si sono sottratti mai al loro dovere e al loro interesse nel contribuire a gestire direttamente il servizio idrico.
Solleciteremo il commissario di governo per definire l’opera di ampliamento del depuratore necessaria per una migliore gestione del servizio. Dopo la delibera di oggi finalmente possiamo programmare gli investimenti per il servizio idrico integrato. Programmare interventi su condotte, rete sia idrica che fognaria”.


1 commento

Paolo · 30 Giugno 2020 alle 14:06

L’acqua non si vende, bisogna abolire la tassa sull’acqua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *